27/06: Le garanzie fideiussorie negli appalti pubblici

Home/Shop/Workshop in aula / videoconferenza/27/06: Le garanzie fideiussorie negli appalti pubblici
pexels-photo (2)

27/06: Le garanzie fideiussorie negli appalti pubblici

150,00

Risvolti operativi delle novità in vigore dal 20 maggio 2017 correlati con alcune fondamentali sentenze

Videoconferenza: 27 giugno 2017
3 ore crediti IVASS – € 150

Nome del partecipante *

Num. di cellulare *

E-mail *

Descrizione prodotto

Presentazione

Com’è noto, dal  20 maggio 2017 saranno in vigore tutta una serie di modifiche al Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, ora denominato “Codice dei contratti pubblici”.

Alcune riguardano direttamente le disposizioni sulla garanzia provvisoria e quella definitiva (modifiche sostanziali agli artt 93 e 103), altre implicano importanti novità per la loro presentazione e per le future escussioni (vedi la falsità nelle dichiarazioni).

Questo per quanto concerne le novità legislative: nel frattempo, da quando è entrato in vigore il nuovo codice (aprile 2016), i nostri giudici amministrativi hanno avuto occasione di esprimersi su alcuni fondamentali aspetti che un attento assuntore cauzioni non può ignorare.

Certo è ridicola la fattispecie di quel partecipante che ha portato l’impegno di una ditta amica a rilasciare la cauzione definitiva in contanti in caso di aggiudicazione, ma questo episodio la dice lunga sul fatto che le disposizioni, forse, non brillano per la loro chiarezza espositiva e quindi  risultano suscettibili di diverse interpretazioni.

Ancorchè le polizze fideiussorie siano estranee agli obblighi dell’adeguatezza degli altri rami, è indubbio che far escludere il proprio cliente da una gara per colpa di irregolarità della garanzia provvisoria oppure “subirne” l’escussione quando forse con un minimo di attenzione si sarebbe potuto evitare il disastro, comporta disagi nell’operatività quotidiana.

Per questo abbiamo organizzato un incontro di 5 ore al fine di
a) analizzare le nuove norme e gli impatti delle stesse sulle modalità di presentazione ed escussione delle garanzie provvisorie e definitive;
b) commentare le sentenze più significative imparando da esse a non sbagliare.

Ancora un’osservazione: nelle lex specialis di gara si legge di tutto e di più sulle richieste delle garanzie; un attento consulente assicurativo deve fare in modo che il cliente abbia gli strumenti per “contrastare” norme che a volte appaiono illogiche (vedi continuare a chiedere le polizze tipo di cui al dm 123/2004 oppure imporre il pagamento della sanzione pecuniaria alla garanzia provvisoria oppure imporre l’autentica notarile a pena di esclusione, oppure escludere perché manca la firma delle mandanti, ecc): un’attenta lettura delle  sentenze può  servire proprio a questo scopo.

ULTIMA ORA

  • Rapporti fra garanzia “a prima richiesta” o “a semplice richiesta scritta e deroga all’articolo 1957 cc (Cassazione Civile, sentenza n. 14867 del 13 giugno 2017)
  • La Corte dei Conti nella deliberazione n. 6 dell’ 8 giugno 2 2017 si occupa delle garanzie fideiussorie in caso di centrali di committenza.
  • ANAC: in caso di avvallimento la garanzia provvisoria non deve essere intestata alla ditta ausiliaria (proposte di consultazione on line del 13 giugno 2017)
  • ANAC: rilevanza delle escussione delle garanzie provvisorie e definitive ai fini dell ‘indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto (Aggiornamento delle linee guida n. 6_ proposte di consultazione on line del 12 giugno 2017).

Docente: Sonia Lazzini
formatrice specializzata in Appalti e Assicurazioni, autrice del blog appaltieassicurazioni.it

  • Analisi del nuovo articolo 93 del codice dei contratti
  • Come operare in attesa che siano pubblicati i nuovi schemi tipo?
  • Cosa vuol dire che la  finalità della garanzia provvisoria  è quella di responsabilizzare i partecipanti in ordine alle dichiarazioni rese, di garantire la serietà e l’affidabilità dell’offerta, nonché di escludere da subito i soggetti privi delle richieste qualità volute dal bando?
  • In quali casi vi è la facoltà della Stazione appaltante a non richiedere la garanzia provvisoria?
  • La tassatività delle cause di esclusione: sono nulle le clausole che impongono la presentazione della garanzia provvisoria (o dell’autentica notarile), a pena di esclusione
  • Il nuovo soccorso istruttorio: non vi è più la sanzione pecuniaria e l’attivazione è per gli errori formali; la giurisprudenza non è per niente univoca
  • La garanzia provvisoria costituisce parte integrante dell’offerta e non mero elemento di corredo della stessa
  • La sua mancanza può essere causa di esclusione? Le sue irregolarità possono essere causa di esclusione?
  • Tra le possibilità di riduzione anche la presentazione del rating di impresa, quali i parametri per ottenerlo
  • Modalità di presentazione della garanzia provvisoria in caso di Ati, avvallimento o impresa cooptata
  • Il favor verso le micro, piccole e medie imprese: quali le conseguenze della mancata presentazione in sede di offerta dell’impegno di un fideiussore alla garanzia definitiva in caso di aggiudicazione?
  • La sottoscrizione del cd patto di integrità e l’escussione della garanzia in caso di dimostrazione di un unico centro decisionale su più partecipanti
  • L’ escussione della garanzia provvisoria costituisce conseguenza della violazione dell’obbligo di diligenza gravante sull’offerente, quindi una sorta di responsabilità precontrattuale
  • L’escussione è legittima  in caso di mancata sottoscrizione per fatto dell’aggiudicatario (ma non vi è più la necessità del dolo o della colpa grave)
  • Analisi dell’articolo 80 sui requisiti di ordine generale (morale): quali le novità
  • Se vi è una speciale clausola, anche sui concorrenti vi è il rischio di escussione in caso di mancata dimostrazione dei requisiti generali
  • L’incameramento della garanzia  provvisoria può quindi essere disposto anche a fronte di dichiarazioni non veritiere
  • La discrezionalità della Stazione appaltante nel decidere la moralità professionale del partecipante: l’importanza delle precedenti escussioni sia della garanzia provvisoria che di quella definitiva
  • Analisi del nuovo articolo 103  del codice dei contratti sulle modalità  di presentazione, di svincolo ed escussione della garanzia definitiva
  • I contanti, o l’assegno circolare o un bonifico al posto della polizza definitiva
  • Aggravamento di rischio per gli appalti di servizi e forniture:viene introdotta una  escussione parziale
  • Lo svincolo della garanzia definitiva: le norme dell’articolo 102 sul collaudo provvisoria, certificato di verifica di conformità (provvisorio anch’esso)  oppure buona esecuzione
  • Quando risulta logico richiedere la fideiussione per la rata di saldo
  • Il contratto autonomo di garanzia nella giurisprudenza della Corte di Cassazione e del Consiglio di Stato

PAGAMENTO A RICEVIMENTO FATTURA

L’iscrizione comprende: Test finale e Attestato ai fini IVASS

Possibilità di disdetta fino ad un giorno prima

VIDEOCONFERENZA in diretta, ore 10.00 – 13.00

In base alla normativa (Regolamento ISVAP n.5/2006 art.2 lettera J) i corsi in videoconferenza possono essere equiparati alla formazione in aula in quanto ne mantengono le caratteristiche di interattività con il docente.

Per entrare nell’aula virtuale basterà collegarsi, negli orari prestabiliti, al link che verrà indicato ed effettuare l’accesso con login e password comunicati alla conferma dell’iscrizione.

Per seguire la lezione vanno collegate al computer delle casse audio o delle cuffie.

L’interazione tra docente e partecipanti avviene attraverso apposita chat che verrà attivata al termine della lezione o negli spazi dedicati alle domande.

Il sistema non richiede alcuna installazione o configurazione prima di essere utilizzato:
è però NECESSARIO UN COLLEGAMENTO VELOCE AD INTERNET (es: ADSL) e l’applicazione ADOBE FLASH PLAYER installata e preferibilmente aggiornata. (Effettua subito una verifica)

Il computer dovrà essere dotato di un sistema operativo Windows XP o superiore.

E’ possibile seguire le lezioni anche tramite tablet con s.o. iOs o Android tramite l’app dedicata “Adobe Connect Mobile”.

Informazioni aggiuntive

Modalità di fruizione

Videoconferenza 27 giugno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “27/06: Le garanzie fideiussorie negli appalti pubblici”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *