Luci e ombre del decreto sblocca cantieri

///Luci e ombre del decreto sblocca cantieri

Luci e ombre del decreto sblocca cantieri

100,00

Per cogliere gli aspetti meramente operativi delle novità legislative

VIDEOCONFERENZA  – 23 maggio 2019 

Ore 14.30 – 16.30 (2 ore crediti IVASS)

Docente: Sonia Lazzini

Prezzo:  € 100 + iva

Nome del partecipante

Num. di cellulare

E-mail

Codice fiscale

Descrizione

Premessa e programma

A tre anni dalla sua entrata in vigore, il codice dei contratti pubblici, con il decreto sblocca cantieri (decreto legge n. 32 in vigore dal 19 aprile 2019), viene ad essere modificato in tante disposizioni (non solo negli appalti di lavori) in un’ottica di semplificazione e di maggior partecipazione delle micro, piccole e medie imprese.
Le novità più significative riguardano il ritorno ad un regolamento unico di attuazione, gli appalti sotto soglia, le modalità di verifica del possesso dei requisiti partecipativi, la ricomparsa del prezzo più basso, i commissari di gara, il subappalto e la qualifica di stazione appaltante ai comuni non capoluogo di Provincia.
Inoltre, sono previste semplificazioni amministrative in caso di appalti telematici e anticipazione anche negli appalti di servizi e forniture; si attua un particolare regime, tenuto conto del codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, per imprese in momentanea difficoltà che vogliono comunque partecipare agli appalti. Si reintroduce il cd appalto integrato e alcune modifiche riguardano le diverse fasi della progettazione con influenze sulla polizza Car e su quella del progettista.

Per la realizzazione o il completamento di interventi infrastrutturali ritenuti prioritari, i Commissari straordinari avranno il potere di derogare alle disposizioni vigenti e quindi ogni bando sarà “legge” speciale. L’iter parlamentare è già cominciato; durante l’esposizione si terranno quindi in debita considerazione gli emendamenti approvati.

STAMPA LA LOCANDINA

• Solo progettazione definitiva per interventi di manutenzione ordinaria e di manutenzione straordinaria: rischio della polizza del progettista
• Nell’appalto integrato si porrà il problema dell’importo della garanzia provvisoria
• Le nuove autonomie dei comuni non capoluogo di provincia che ridiventano Stazioni appaltanti per gli appalti sopra soglia
• Soppresso il tetto massimo per il punteggio economico entro il limite del 30 per cento
• Possibilità di coinvolgere i commissari scelti dalla Stazione appaltante ed auspicata abolizione dell’albo

• Il valore dell’appalto è computato stimando la totalità dei lotti
• Estensione dell’ambito di applicazione dell’anticipazione da corrispondere all’appaltatore anche ai servizi e alle forniture.
• Dovrà essere modificato il testo della garanzia fideiussoria di cui al dm 31/2018 (in quanto precedentemente prevista solo per gli appalti di lavori)

• Affidamento diretto fino a 40.000 (facoltà di richiedere la garanzia provvisoria)
• Fino a 200.000 euro per i lavori viene prevista la procedura negoziata con invito a tre operatori economici; obbligo di procedura aperta sopra tale importo
• Offerte tecniche ed economiche analizzate prima di aprile la busta amministrativa (abolizione del soccorso istruttorio?)
• Avrà ancora senso richiedere la garanzia provvisoria a tutti i partecipanti?
• Mercato elettronico: riduzione degli oneri sui concorrentii e verifica dei requisiti solo sull’aggiudicatario
• Prevalenza del criterio del minor prezzo; offerta economicamente più vantaggiosa solo motivata

• Codice antimafia in materia di controlli su società con meno di quattro soci
• Esclusione per mancato pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali anche se non definitivamente accertati
• Disciplina transitoria sino all’entrata in vigore il 15 agosto 2020 del codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza
• Soa: periodo di attività documentabile è quello relativo ai quindici anni (non più dieci) antecedenti la data di sottoscrizione del contratto
• Valutazione della sussistenza in capo ai consorzi stabili dei requisiti per l’affidamento di servizi e forniture

• Soppressione dell’indicazione della terna in sede di offerta e quota del 50%
• Nuove modalità di verifica sul possesso dei requisiti dei subappaltatori
• Il pagamento diretto della Stazione appaltante: nuovo rischio della garanzia definitiva?

Docente: Sonia Lazzini

Consulente, formatore e pubblicista in materia di responsabilità e assicurazione negli appalti.

https://appaltieassicurazioni.it/

PAGAMENTO A RICEVIMENTO FATTURA

L’iscrizione comprende: Test finale e Attestato ai fini IVASS

Possibilità di disdetta fino ad un giorno prima

VIDEOCONFERENZA, ore 14.30 – 16.30

In base alla normativa (Regolamento IVASS n.40/2018 art.2 lettera J) i corsi in videoconferenza possono essere equiparati alla formazione in aula in quanto ne mantengono le caratteristiche di interattività con il docente.

Per entrare nell’aula virtuale basterà collegarsi, negli orari prestabiliti, al link che verrà indicato ed effettuare l’accesso con login e password comunicati alla conferma dell’iscrizione.

Per seguire la lezione vanno collegate al computer delle casse audio o delle cuffie.

L’interazione tra docente e partecipanti avviene attraverso apposita chat che verrà attivata al termine della lezione o negli spazi dedicati alle domande.

Il sistema non richiede alcuna installazione o configurazione prima di essere utilizzato:
è però NECESSARIO UN COLLEGAMENTO VELOCE AD INTERNET (es: ADSL) e l’applicazione ADOBE FLASH PLAYER installata e preferibilmente aggiornata. (Effettua subito una verifica)

Il computer dovrà essere dotato di un sistema operativo Windows XP o superiore.

E’ possibile seguire le lezioni anche tramite tablet con s.o. iOs o Android tramite l’app dedicata “Adobe Connect Mobile”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Luci e ombre del decreto sblocca cantieri”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *