Nuovi (e vecchi) obblighi assicurativi negli appalti pubblici

///Nuovi (e vecchi) obblighi assicurativi negli appalti pubblici

Nuovi (e vecchi) obblighi assicurativi negli appalti pubblici

Roma 11 maggio 2016

Padova 12 maggio 2016

Milano 18 maggio 2016

Orario: 9-13 / 14-18
8 Crediti IVASS
Prezzo: euro 380+iva 
Per 2 o più partecipanti della stessa ditta: sconto del 10%
Il pranzo è incluso
Iscriviti al corso
Stampa la locandina

Presentazione

In vigore dal 19 aprile 2016, il Nuovo Codice dei Contratti Pubblici (Decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50) contiene variegati (con disposizioni che non brillano per chiarezza espositiva) obblighi assicurativi per i partecipanti agli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture.

Vengono confermate: la garanzia provvisoria, la garanzia per l’anticipazione, la garanzia definitiva ed una nuova garanzia denominata “per la risoluzione” (al posto della garanzia globale di esecuzione).

Non tutte dovranno essere presentate come da futuri schemi tipo: già questo creerà qualche problema, in quanto la discrezione della Stazione appaltante sarà ampia (varranno le norme della lex specialis di gara).

Per non parlare delle tante incertezze contenute nelle norme che, anzichè semplificare, potrebbero complicare il lavoro quotidiano sia dei partecipanti che dei loro assicuratori.
Per esempio l’escussione della garanzia provvisoria sarà possibile solo in caso di dolo o colpa grave.
Lo stesso dicasi per quanto concerne le nuove assicurazioni delle attività tecniche: la scarsità di elementi che si possono trarre dall’interpretazione delle norme e la scomparsa degli schemi tipo (nonché della polizza per il verificatore) non semplificherà certamente l’operatività. Un ruolo fondamentale lo giocherà in questo contesto il Broker.

Rimangono quasi invariate rispetto a dieci anni fa la polizza Car e l’RC decennale postuma.

L’aspetto positivo è che la sanzione pecuniaria del soccorso istruttorio non è piu’ garantita dalla cauzione provvisoria. Tra i requisiti speciali le Stazioni appaltanti potranno richiedere un’adeguata copertura assicurativa di Responsabilità Civile Terzi: sarà possibile farne oggetto di avvalimento?

Ultima ora:

il garante, in caso di fallimento o inadempienza del contraente generale,potrà  scegliere il soggetto  da  far subentrare nel rapporto , previa verifica dei requisiti partecipativi (art 194 commi 17 e 18)

Docente

Drs. Sonia Lazzini consulente, formatore e pubblicista in materia di responsabilità e assicurazione negli appalti.

http://appaltieassicurazioni.it
https://twitter.com/SONIA_LAZZINI

Iscriviti al corso
Stampa la locandina

Programma

  • restano esclusi solo i servizi tecnici
  • obbligo di presentazione per appalti sotto soglia, appalti speciali e concessioni
  • il requisito dell’accessorietà e il parere del Consiglio di Stato sul contratto autonomo di garanzia
  • i consigli dell’Ania, tutti seguiti
  • discrezionalità sull’importo: varierà dall’1% al 4%
  • tetto massimo per le centrali di committenza
  • gli Intermediari Finanziari indicati in modi diversi
  • possibilità di dimezzamento per il possesso di certificazioni di qualità ed ambientali
  • la sua mancanza sarà sempre causa di esclusione?
  • le sue irregolarità saranno sempre fonte di sanzione pecuniaria ?
  • la presentazione in caso di Ati
  • non risolto il problema dell’avvalimento
  • il dolo o la colpa grave per legittimare l’escussione
  • il nuovo impegno ad emettere la garanzia definitiva
  • grossi problemi di svincolo in caso di subentro
  • non è chiaro se c’è possibilità di escussione anche per i concorrenti e non solo per l’aggiudicatario
  • solo negli appalti di lavori
  • importo pari al 20%
  • modalità di svincolo
  • solo bancaria o assicurativa
  • e le clausole?
  • cauzione o fideiussione?
  • aggravamento di escussione per gli appalti di servizi e forniture
  • possibilità di dimezzamento per il possesso di certificazioni di qualità ed ambientali
  • la rivalsa nei confronti della Stazione appaltante
  • futuri schemi tipo
  • problemi di svincolo
  • e la durata nelle concessioni?
  • rata di saldo anche per servizi e forniture: ha senso?
  • la convivenza con la garanzia definitiva
  • lo scopo
  • il rischio
  • dubbi sullo svincolo
  • i consigli dell’Ania
  • cauzione o fideiussione?
  • fu vera “semplice richiesta scritta” ?
  • futuri schemi tipo
  • i tre nuovi livelli di progettazione
  • la scomparsa dell’appalto integrato
  • la canalizzazione di responsabilità
  • il regime delle varianti
  • fondamentale ruolo del Broker assicurativo
  • obbligo di gara
  • adeguata copertura assicurativa
  • dipendenti interni alla stazione appaltante
  • liberi professionisti
  • appendice alla polizza base dell’ente?
  • fondamentale ruolo del Broker assicurativo
  • verifica dei progetti
  • validazione dei progetti
  • soglie comunitarie
  • ambito di responsabilità
  • appendice alla polizza base dell’ente?
  • fondamentale ruolo del Broker assicurativo
  • analisi degli obblighi della norma primaria
  • tempi di consegna
  • contenuto
  • novità rispetto al 2006
2017-01-24T08:25:20+00:00